Ricerca, formazione e informazione

Siamo alla vigilia del Congresso di Sorrento. Quali saranno i temi che approfondirete? Questo sarà un Congresso ricchissimo di contenuti! Ovviamente il primo obiettivo del Congresso è dare contributi innovativi che migliorino la pratica clinica dei medici esperti in omeopatia, per cui metodologia clinica e ricerca clinica faranno la parte del leone. Per la metodologia abbiamo cercato di dare voce alle varie più recenti proposte che possono permettere una capacità di prescrizione più ampia rispetto alla metodologia classica, che resta, ovviamente, la base per qualunque omeopata, ma poggia sull’impiego di relativamente pochi medicinali.

In occasione del prossimo Homeopathic World Congress (a Sorrento dal 25 al 28 settembre) abbiamo incontrato la dott.ssa Antonella Ronchi, presidente FIAMO, che in questa intervista ci indica quali saranno gli aspetti salienti discussi dal Congresso, illustrandoci nel contempo le sfide e gli obiettivi che l’omeopatia contemporanea, e FIAMO, si trovano oggi ad affrontare

Nella ricerca clinica, oltre agli ambiti specialistici della veterinaria, della farmacia e dell’odontoiatria, saranno toccati i più vari argomenti clinici e le più varie patologie, acute e croniche: casi clinici singoli e anche studi prospettici. Si parlerà anche delle basi culturali, della ricerca di base, della ricerca specifica dell’omeopatia, cioè di proving, e delle possibilità di integrazione. Verrà approfondito anche il tema emergente dell’agroomeopatia.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!